ClickCease
5 Cose che puoi fare per rendere la tua Vita Ecosostenibile

5 Cose che puoi fare per rendere la tua Vita Ecosostenibile

Ci sono dei semplici gesti che possiamo adottare per rendere l’impatto della nostra vita sulla Terra più Leggero e meno problematico, eccone alcuni.

Indubbiamente i problemi legati all’ambiente stanno acquisendo rapidamente un’importanza sempre più alta.

Ogni giorno sentiamo una nuova notizia che sconvolge e sconforta, come quella di pochi giorni fa nella quale veniva riportata la registrazione della temperatura di 18,3° in Antartide, causando il distaccamento di un ghiacciaio grande quanto la superficie dell’isola di Malta.

Proprio per questi motivi (Riscaldamento Globale, Isole di Plastica, Incendi devastanti e siccità) si sta creando pian piano un movimento di persone che hanno a cuore il rispetto dell’ambiente e scelgono uno stile di vita Biologico, Ecologico ed Ecosostenibile.

Generalmente il punto di partenza è l’alimentazione. Si comincia a far caso a ciò che si ingerisce, alla sua provenienza e soprattutto alla vicinanza terra-tavola. Ma tutto ciò sta andando molto più oltre di così: negli ultimi anni si sta diffondendo il concetto di “Bioarchitettura”, esempio ne sono le varie abitazioni che utilizzano intonaci in Canapa e Calce, oppure quelle costruite interamente in legno, che hanno un impatto ambientale minimo.

Ovviamente cambiare gli intonaci e le fondamenta è qualcosa di molto dispendioso, e, se all’orizzonte non ci sono lavori in vista, abbiamo qualche consiglio da dispensare per rendere la vostra casa e le vostre abitudini più ecosostenibili.

Consiglio N°1: Utilizza la Compostiera.

La compostiera è uno strumento molto utile per il riutilizzo dei rifiuti organici che ogni giorno generiamo. Serve a trasformare i rifiuti in Compost, fertilizzante che, se avete la fortuna di avere un piccolo giardino, potete utilizzare per concimare dei bei Tulipani o magari qualche Melanzana!

Si può reperire una piccola compostiera per pochissime decine di euro su Internet oppure in qualche negozio specializzato. In alternativa all’acquisto, e decisamente più ecosostenibile potete costruirne una da voi. È abbastanza semplice: avrete bisogno di un vaso della dimensione di un secchio, di forarlo alla base e poggiarlo su di un sottovaso al fine di raccogliere i piccoli pezzi o liquidi che potrebbero uscire fuori.

Vi consigliamo di non utilizzare carne o pesce all’interno della compostiera in quanto potrebbero causare cattivi odori. Così facendo, nel giro di un anno dovreste avere abbastanza compost maturo per poter nutrire fiori e piante.

Consiglio N°2: Basta Plastica!

Le statistiche fanno Paura: ogni anno un Italiano produce in media oltre 35 kg di Plastica. Cerchiamo di abbassare questo numero! Fare a meno della plastica non è impossibile.

Si potrebbe cominciare, ad esempio, utilizzando saponi solidi invece dei saponi liquidi per l’igiene personale, che, tra l’altro, sono molto meno aggressivi sulla pelle e provocano molte meno irritazioni.

Si potrebbero utilizzare detersivi di origine vegetale anche per l’igiene della casa, e, addirittura, c’è un modo per creare da sé un deodorante, utilizzando olio di cocco e altri ingredienti naturali. Decisamente molto utile e soprattutto non contenuto in flaconi di Plastica.

Consiglio N°3: Basta Standby.

È stato calcolato da Legambiente che tutti gli apparecchi elettronici e tecnologici collegati alla rete elettrica consumano circa l’11% dell’elettricità della casa, costando in media 70€ all’anno in più.

Il Fattore risparmio sicuramente fa la sua parte, ma ciò che dobbiamo sempre pensare è che molto probabilmente per generare l’energia elettrica di cui usufruiamo, viene bruciato del gasolio in delle apposite centrali, quindi, quando dimentichiamo la luce accesa, stiamo a tutti gli effetti producendo CO2.

Consiglio N°4: Se fa freddo, mettiamo un maglione in più.

Non abbiamo per forza bisogno di avere una casa da clima tropicale, il nostro consiglio è quello di abbassare leggermente la temperatura del termostato, magari di un paio di gradi rispetto al normale, e magari, se ne si ha la possibilità, prediligere il camino come fonte di calore, che tra l’altro, tiene una gran bella compagnia e regala una sensazione di sicurezza senza eguali. Se sentite freddo, magari è perché avete bisogno di una delle bellissime coperte di Purocotone.it (:D) e non di aumentare la temperatura del riscaldamento (che tra l’altro, in molti dei casi viene generato dalla combustione di fossili, gasolio e metano, tutti e tre altamente inquinanti.

Consiglio N°5: Differenzia, sempre.

È il consiglio ecologico più vecchio del mondo, ma non ci stancheremo mai di ripeterlo: i Rifiuti, se differenziati, diventano una risorsa e potenzialmente un nuovo prodotto, se indifferenziati, inquinano.

La Circular Economy sta diventando un settore all’interno del quale sempre più aziende si stanno addentrando. Circular Economy significa prendere un rifiuto e rivalorizzarlo, dandogli una nuova vita e risparmiando su tantissimi fronti, primo tra tutti lo spazio occupato in discarica. E allora perché non dare a queste imprese innovative ed ecologiche la possibilità di crescere, aiutandole nell’approvigionamento di quella che per loro è materia prima?

Speriamo di essere stati utili nel darvi questi semplici consigli e informazioni, se ne avete altri, fatecelo sapere con un commento!

Saluti dal Magazine di Purocotone.it e a presto!

Trustpilot